Gruppi Socio Psico Educativi (GSPE)

Premessa

L’adolescenza rappresenta un delicato momento di passaggio nella vita di tutti noi.

Crescita e cambiamento sono processi che coinvolgono tutti gli aspetti della vita, da quello sociale a quello relazionale, passando attraverso l’elaborazione emotiva.
In questa fase, molte delle certezze e delle competenze relazionali finora stabilite vengono messe in discussione. Cambiamenti fisici ed emotivi possono creare difficoltà nella vita di tutti giorni dei ragazzi e delle loro famiglie.
L’adolescente ricerca esperienze all’esterno del nucleo familiare per creare ed arricchire una sua propria identità. Nascono nuove relazioni e necessità di aggregazione.

Oggi tale processo è anche agevolato da nuove tecnologie e strumenti informatici; smartphone, PC, tablet, social-network e programmi di messaggistica.

Nei casi in cui si sono presentati disturbi nello sviluppo e nella crescita, tali difficoltà sono ancora più marcate e specifiche e tendono a perdurare anche in età adulta.
Le difficoltà di cui abbiamo accennato cambiano le “regole del gioco”, rendendo a volte complesso relazionarsi efficacemente gli uni con gli altri.

La nascita di un gruppo è comunque un fenomeno naturale e l’esperienza di “essere diverso”, di aver vissuto difficoltà nello sviluppo o nelle autonomie, può limitare il rapporto nel gruppo dei pari. Tale esperienza può diventare tuttavia una preziosa fonte di crescita e di formazione psicologica ed umana.

Per questo motivo, in un gruppo si possano condividere momenti di svago e divertimento così come è possibile confrontarsi sulle problematiche di crescita e sviluppo personali.

Il genitore, all’interno del gruppo naturale,  non può svolgere per il figlio un ruolo funzionale che abbia una valenza Socio Psico Educativa.

Destinatari

Il progetto  è rivolto ad adolescenti e giovani adulti con difficoltà cognitive, emotive e relazionali. In particolare ci rivolgiamo a persone con diagnosi di ADHD, ritardo cognitivo di grado lieve e medio, disturbi dello spettro autistico ad alto funzionamento, Sindrome di Asperger, disturbo pragmatico della comunicazione sociale, disturbi dell’umore, disturbi della personalità.

Attività

Il progetto prevede due uscite mensili con i ragazzi ed incontri periodici di aggiornamento e programmazione con i genitori.

Le attività ludico ricreative sono programmate, supportate e gestite anche attraverso chat di gruppo. All’interno delle medesime i ragazzi possono fare proposte per le mete e condividere le loro opinioni, preferenze e passioni. Questo spazio virtuale dei ragazzi è costantemente supervisionato dagli operatori del gruppo.

Gli specialisti impegnati nel progetto hanno funzioni di mediazione, di gestione delle dinamiche tra i ragazzi e di aiuto nell’organizzazione pratica delle uscite.

Attività svolte dal 2014 a oggi

    • Musei tematici: Vigamus, Game-on, The Art of the Brick, Technotown, Museo delle Cere, Cinecittà Studios, Palazzo delle Esposizioni.
    • Visite e partecipazione ad attività in centro storico: San Pietro, Borgo Pio, Castel S. Angelo, Vittoriano, Sfilate di Carnevale, Parco delle Rose, Circo Massimo.
    • Parchi: Villa Borghese, Villa Ada, Villa Torlonia. Parco della Mistica.
    • Attività ludiche: Time Elevator (cinema 5d), Bowling, Cinema, Pizzate, Feste di compleanno (compresa pianificazione, scelta ed acquisto del regalo), Ludoteche, Minigolf, Luneur, Laser game.

Obbiettivi

Il progetto Io Ri-Esco è finalizzato ad accompagnare adolescenti e giovani adulti nella creazione di un gruppo di pari, che rispecchi una situazione il più possibile naturale. È fondamentale il rispetto dell’esigenza di chi, avendo affrontato difficoltà nel percorso evolutivo, necessita di una guida e di una supervisione all’esterno del proprio nucleo familiare. Questa necessità può essere accolta da professionisti esperti e formati ad affrontare questo tipo di situazioni.

Il primo passaggio è la supervisione nella creazione del gruppo e l’aggregazione del medesimo. Si intende successivamente promuovere nei ragazzi la capacità di muoversi autonomamente, o con supervisione limitata, nel contesto sociale e cittadino e di svolgere attività ricreative e ludiche.

Tramite il gruppo si vogliono quindi fornire strumenti pratici ed emotivi per creare, sviluppare e mantenere nuove relazioni. L’obiettivo finale è stimolare nei ragazzi la creazione di capacità utili ad affrontare con serenità la vita sociale di tutti i giorni, nonché creare e mantenere relazioni significative anche al di fuori dei gruppi.

Obbiettivi personali

    • Capacità di entrare in relazione con l’altro.
    • Rispetto dell’altro e delle differenze personali.
    • Confronto e condivisione di risorse ed esperienze.
    • Crescita attraverso il confronto reciproco.

Obbiettivi sociali

    • Instaurare e mantenere relazioni sociali in autonomia.
    • Programmare, organizzare e mettere in atto attività di gruppo.
    • Sperimentarsi all’interno di un gruppo di pari supervisionato da operatori esperti.
    • Vivere esperienze nuove e stimolanti in un ambiente naturale.